Comunicato stampa

Diverse le richieste avanzate dalla Federdistat Cisal. Barone: “Valorizzare specificità di un comparto strategico”


“Il rinnovo contrattuale dovrà valorizzare le caratteristiche e le rispettive specificità del personale Direttivo e Dirigente del CNVVF che con il recente riordino è cresciuto di numero arrivando ad oltre 1400, tra operativi, tecnico-professionali e informatici”. Lo ha detto il Segretario generale della Federdistat Cisal, Antonio Barone, durante la riunione tra le OO.SS., l’Amministrazione e il Dipartimento della Funzione Pubblica, per il rinnovo del contratto in corso per il personale Direttivo e Dirigente del Comparto Vigili del fuoco e Soccorso pubblico Triennio 2019/2021. Nel corso dell’incontro la Federazione ha, altresì, evidenziato la necessità di migliorare il percorso di carriera degli Ispettori con anzianità di servizio, di cui soltanto una parte è transitata nel ruolo dei Direttivi Speciali e, parimenti, quello dei Direttivi, i quali una volta promossi a Vice Dirigenti si trovano tuttora senza avanzamenti degni di nota né stipendiali, né di carriera. Nel rimarcare lo scarso preavviso nel ricevere la convocazione alla stessa riunione ed il testo da discutere, il Segretario generale Barone ha chiesto che l’Amministrazione provveda il prima possibile ad emanare il decreto attuativo relativo alle posizioni organizzative per il personale Direttivo, in modo che i lavoratori possano beneficiare di tale istituto previsto dal riordino e per il quale sono necessari stanziamenti e precisazioni in sede contrattuale.

Al termine del giro di tavolo, la riunione è stata aggiornata dalla Funzione Pubblica alla prossima riunione, che sarà convocata a breve, non appena saranno state implementate nel testo e approfondite le questioni sollevate.