La FEDERDISTAT VIGILI DEL FUOCO E FUNZIONI CENTRALI nasce il 24 maggio del 2018 per rafforzare la propria rappresentatività aderisce alla Confederazione CISAL.

La CISAL è il Sindacato autonomo nazionale con più di 63 anni di storia al fianco dei lavoratori, libero dalla politica dei partiti e forte della propria autonomia e totalmente votato alla funzione di rappresentanza degli interessi collettivi dei lavoratori.

La Federazione si occupa della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, nella salvaguardia e nella tutela delle vite umane, animali, di beni e del patrimonio del territorio i Vigili del Fuoco ricoprono un ruolo fondamentale e unico per la collettivitàL’impegno garantito dal Corpo mette a rischio la sicurezza personale e la salute di chi svolge con professionalità e dedizione questo lavoro.

Come FEDERDISTAT VV.F. CISAL ci battiamo per la salvaguardia dei diritti, affinché ci siano rapporti di lavoro regolamentati. Interveniamo, con particolare riguardo, nei problemi inerenti l’organizzazione del lavoro e la gestione del personale. Seguiamo con cura e costanza l’evoluzione delle normative generali anche riguardo il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

La Federazione opera, al di fuori di ideologie partitiche, al fine di perseguire la massima tutela delle categorie rappresentate; in particolare:

  1. Tutela e patrocina gli interessi giuridici, economici, sociali e morali dei lavoratori rappresentati, anche attraverso la sottoscrizione dei contratti collettivi di lavoro;
  2. Promuove, al di fuori dell’attività sindacale, iniziative atte a migliorare le condizioni di lavoro e la dignità professionale del personale rappresentato.

La Federazione agisce per finalità di cui ai punti a) e b) presso tutte le amministrazioni pubbliche o a partecipazione pubblica.

Le nostre principali battaglie, il nostro cartello rivendicativo:

  • accelerazione dell’emanazione del testo normativo che prevede l’equiparazione con gli altri corpi dello stato
  • aumento considerevole degli stanziamenti per il      miglioramento delle condizioni stipendiali e previdenziali al fine di renderele analoghe a quelle del personale appartenente ad altri corpi dello stato
  • apertura rinnovo contrattuale 2019-2021, con congrue specifiche risorse economiche
  • nuovo progetto di riordino organizzativo che veda il corpo nazionale al centro del soccorso italia, con estensione delle competenze nelle non meno importanti fase di controllo in particolare nei nuovi rischi emergenti dissesto idrogeologico, incendi impianti rifiuti e rischio sismico
  • accelerazione sul rinnovo parco automezzi, in alcune circostanze non si garantisce l’ordinario servizio di soccorso alla popolazione
  • prevedere per il comparto direttivi e dirigenti la costituzione dei dirigenti aggiunti, rivolto agli attuali direttori vicedirigenti con una elevata anzianità contributiva
  • progressione interna fino al 50%, che interessi il personale operativo e amministrativo diplomato e laureato, nessuno escluso, in base anche al turn-over
  • introduzione nel comparto direttivi e dirigenti di altre lauree come geologi, chimici, fisici, giurisprudenza, scienze politiche e comunicazione in ottemperanza alla normative europee e alle nuove competenze del corpo nazionale
  • incremento delle piante organiche degli specialisti (aeronaviganti, nautiche e sommozzatori) e la cooptazione dei radioriparatori all’interno degli specialisti
  • investire in una maggiore sicurezza sul lavoro, che sia specifica per la peculiarità’ del lavoro svolto e maggiore attenzione alle malattie professionali del comparto con un monitoraggio costante in particolare per il personale esposto a rischi specifici (incendio rifiuti, amianto,ecc), indizione immediate delle elezioni del responsabile lavoratori sicurezza
  • rilancio della componente volontaria, con un piano straordinario, che porti ad una copertura del territorio con una risposta immediata del corpo con sedi permanenti e volontarie che possano raggiungere in tempi celeri le zone di intervento, in particolare con una attenzione per le regioni del sud del paese
logo-1000x1000